“Conosco Alessandra Troncarelli e posso dire con certezza che lavora con dedizione e passione. È la persona giusta per tornare a mettere al centro della politica la persona, con i suoi bisogni e le sue esigenze”. Il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, è intervenuto così a sostegno della candidata sindaco del centrosinistra Alessandra Troncarelli durante il convegno organizzato per fare il punto sulla nuova programmazione europea 2021-2027. Un incontro, quello di ieri pomeriggio alla Corte delle Terme, a cui ha preso parte anche il consigliere regionale Enrico Panunzi.

“L’augurio è che la città di Viterbo possa avere un sindaco come Alessandra Troncarelli perché ha competenza ed esperienza – ha affermato il vicepresidente della Regione Lazio -. Bisogna tornare a umanizzare la politica e Alessandra saprà farlo, ascoltando il singolo, accogliendo le sue richieste. Non ci si può occupare solo di tappare le buche o potenziare l’illuminazione; interventi di questo tipo devono essere nel dna di un sindaco e non nella storia di Instagram. Stupisce vedere chi si fa un selfie vicino a una buca perché quella è ordinaria amministrazione. Questa è la differenza tra chi fa politica e i civici. Il politico che la pensa diversamente è comunque un competitor che va rispettato; spaventa invece chi si prepara da anni all’appuntamento comunale con atteggiamento demagogico”.

Al completo la location allestita per l’occasione alla Corte delle Terme; tanti i viterbesi che si sono dati appuntamento per ascoltare le prospettive offerte dal Pnrr e dalla nuova programmazione europea. Un’opportunità di cui ha parlato lo stesso vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori.

“La strategia dei fondi europei nasce da un ascolto dei territori, portato avanti nel tempo con estrema costanza – ha spiegato -. Siamo venuti a raccontare la nostra programmazione in ogni provincia e abbiamo impegnato le risorse per cercare di risolvere i problemi storici dei territori, evitando frazionamenti e dispersione. Questa tipologia di pianificazione ha bisogno di persone che sappiano interpretarla, come il consigliere regionale Enrico Panunzi e Alessandra Troncarelli. Insieme a loro abbiamo raggiunto tanti traguardi: l’eliminazione del passaggio a livello di Porta Fiorentina con 15 milioni di euro; il recupero dell’ex ospedale degli Infermi che diventerà, grazie a 45 milioni, il Borgo della cultura; la riqualificazione del complesso dei Santi Simone e Giuda che, con risorse pari a 15 milioni di euro, darà vita a un Collego di Merito per l’Università della Tuscia e un centro di accoglienza per le donne vittime di violenza. Senza dimenticare che Viterbo sarà oggetto di un nuovo intervento con la riqualificazione di un quadrante del centro storico”.

“Tutti interventi – ha ricordato il consigliere Enrico Panunzi – che sono traguardi importanti e che, proprio per questo, è bene ricordare. La Regione non viene nella Tuscia per la campagna elettorale, ma è da ben nove anni e mezzo che lavora per il territorio. Durante la pandemia sono stati messi in atto provvedimenti per circa un miliardo di euro di fondi regionali ed è stato anche programmato uno sviluppo e una crescita dei territori. Un lavoro a mosaico, capendo volta per volta come e dove intervenire; un lavoro che va rivendicato”.

“Siamo a dieci giorni dalle elezioni e per noi il vento sta girando in maniera favorevole – ha concluso il consigliere Panunzi -. Sentiamo il sostegno e l’incoraggiamento della gente. E allora io vi dico di non mollare la presa, di continuare a impegnarvi in questo percorso condiviso insieme ad Alessandra”.

E la parola è passata alla candidata sindaco che ha ringraziato il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, e il consigliere regionale, Enrico Panunzi, per la partecipazione all’incontro ed è tornata a parlare dell’importanza della nuova stagione di investimenti.

“Il dovere delle istituzioni sarà quello di pianificare e programmare queste risorse per rendere la nostra regione ancora più competitiva – ha aggiunto la candidata -. La priorità della nostra amministrazione, nel momento in cui sceglierete di darci fiducia, sarà quella di ascoltare i territori e le esigenze della comunità in modo da cogliere le opportunità che saranno messe a disposizione con la nuova programmazione europea, intercettare le risorse e pianificarle in progetti concreti. Sarà possibile realizzare buone prassi politiche mediante una correlazione e un dialogo tra istituzioni, comunità e territori, tracciando insieme le direttrici di sviluppo su cui puntare”.

“L’obiettivo è quello di investire sul futuro dei cittadini e delle nuove generazioni attraverso il contrasto delle diseguaglianze, la produzione di sviluppo sostenibile, la creazione di posti di lavoro, l’innovazione tecnologica applicata al mercato del lavoro, la forza creativa delle nuove generazioni. E lo faremo insieme, grazie anche a tutti i 239 candidati della nostra coalizione. Una squadra in cui è presente anche una lista di giovani, molto attiva e volenterosa. Loro sono la nostra speranza perché molto spesso sento dire dai ragazzi che non andranno a votare. Io invece vi invito ad andare a votare, ad esprimere il vostro parere e non lasciare che siano gli altri a decidere per voi. Insieme possiamo ripartire, insieme possiamo dare un nuovo volto alla città”.