Entra nel canale Telegram ufficiale di Alessandra Troncarelli, candidata Sindaco al Comune di Viterbo.
È semplice e veloce: per rimanere aggiornati sulle iniziative, sugli eventi e per ricevere informazioni. Clicca sul link ⤵️
Visita il nostro sito web 👇
Tutti gli eventi, le iniziative, il programma elettorale e le informazioni per rimanere in contatto e aggiornati
👉 Segui #troncarellisindaco anche su
📧 Restiamo in contatto, scrivici 👇
tiascolto@alessandratroncarelli.it
‼Lavoriamo 🅘🅝🅢🅘🅔🅜🅔 per la 🅥🅘🅣🅔🅡🅑🅞 che vogliamo!
Molti parlano, pochi sanno realmente ascoltare.
𝘼𝙨𝙘𝙤𝙡𝙩𝙖𝙧𝙚 implica riconoscere e accettare l’altro come persona.
Significa dare valore e riconoscere la dignità dell’altro.
È la base di ogni vero rapporto interpersonale, ed 𝙚̀ 𝙡𝙖 𝙗𝙖𝙨𝙚 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙣𝙤𝙨𝙩𝙧𝙖 𝙥𝙤𝙡𝙞𝙩𝙞𝙘𝙖.
Per questo abbiamo creato una casella di posta elettronica dedicata ai cittadini, per rimanere in contatto ed 𝘼𝙨𝙘𝙤𝙡𝙩𝙖𝙧𝙚 le vostre esigenze, necessità o i vostri suggerimenti.
Scrivici! 👇
𝘁𝗶𝗮𝘀𝗰𝗼𝗹𝘁𝗼@𝗮𝗹𝗲𝘀𝘀𝗮𝗻𝗱𝗿𝗮𝘁𝗿𝗼𝗻𝗰𝗮𝗿𝗲𝗹𝗹𝗶.𝗶𝘁
Vi ascoltiamo, sempre.
La 🅥🅘🅣🅔🅡🅑🅞 di domani, è 🅞🅖🅖🅘!

Ribadiamo la nostra #vicinanza sia alle famiglie sia agli Enti del Terzo Settore.
Con questa misura vogliamo aiutare i ragazzi e giovani adulti a relazionarsi in momenti di socialità e aggregazione anche al di fuori del contesto familiare di riferimento. Inoltre, andiamo a #sostenere anche i famigliari che ogni giorno si prendono cura dei propri cari cercando di coniugare questa necessità con le proprie esigenze lavorative e di vita.
Il bando della Regione Lazio, rivolto agli Enti del Terzo settore che ha messo a disposizione 5 milioni di euro per supportare le persone maggiorenni in condizione di #disabilità nello svolgimento di soggiorni di socializzazione e di riabilitazione, è disponibile qui https://www.efamilysg.it/.

 

La Regione Lazio mette a disposizione di teatri, sale cinematografiche e librerie tre milioni di euro a fondo perduto per il loro potenziamento.

“L’ avviso pubblico fa parte del Programma Regionale FESR Lazio 2021-2027 ed ha come obiettivi:
• quello di rafforzare la crescita sostenibile e la competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle stesse, anche grazie agli investimenti produttivi;
• rendere più competitivo il settore attraverso la promozione di una trasformazione economica innovativa e intelligente e della connettività regionale alle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione”.

 

Pubblicato l’𝗮𝘃𝘃𝗶𝘀𝗼 destinato agli operatori economici, accreditati per 𝗹𝗮 𝗿𝗲𝗮𝗹𝗶𝘇𝘇𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗶 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝘃𝗲𝗻𝘁𝗶 𝗱𝗶 𝗳𝗼𝗿𝗺𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲, per l’organizzazione di corsi professionali di base rivolti ai 𝗖𝗮𝗿𝗲𝗴𝗶𝘃𝗲𝗿 familiari.
 
In questo modo vogliamo sostenere sia questa figura di supporto familiare, grazie alla specializzazione professionale, sia le persone fragili, con la finalità di migliorare la loro qualità della vita; l’avviso, indetto dalla società LAZIOcrea S.p.A., mette a disposizione 150mila euro per la realizzazione di corsi.
Il Caregiver familiare è la memoria storica del percorso effettuato dal proprio assistito, l’interprete e traduttore dei suoi bisogni, aspettative e progetti. Molto spesso è chiamato però a mettere in campo abilità e conoscenze acquisite, il più delle volte, solo con l’esperienza pratica maturata nel tempo. Pertanto, siamo voluti intervenire per offrire a questa figura un supporto maggiore, con un sostegno informativo e formativo in grado di favorire la conoscenza del proprio ruolo.
 
In questo modo cerchiamo anche di alleviare il carico emotivo del Caregiver, fornendo un aiuto psicologico ed evitando un sovraccarico di responsabilità. Ricordo che le risorse stanziate rientrano in un percorso già avviato lo scorso giugno quando abbiamo approvato le “𝗟𝗶𝗻𝗲𝗲 𝗴𝘂𝗶𝗱𝗮 𝗿𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗶 𝗽𝗲𝗿 𝗶𝗹 𝗿𝗶𝗰𝗼𝗻𝗼𝘀𝗰𝗶𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗱𝗲𝗹 𝗖𝗮𝗿𝗲𝗴𝗶𝘃𝗲𝗿 𝗳𝗮𝗺𝗶𝗹𝗶𝗮𝗿𝗲“, stanziando 𝟲 𝗺𝗶𝗹𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗱𝗶 𝗲𝘂𝗿𝗼 per la formalizzazione di questa figura, dando così gli strumenti ai distretti socio-sanitari per sviluppare programmi di sollievo intorno ad essa.
Il percorso professionale, con le attività che dovranno essere realizzate entro il 31 dicembre 2022, avrà l’obiettivo di favorire l’informazione in merito alle diverse opportunità offerte a livello assistenziale dalla rete integrata per le persone con disabilità e non autosufficienti; di promuovere la conoscenza sia delle procedure di accesso ai vari servizi sanitari, socio sanitari e sociali, sia delle modalità di gestione dei rapporti con i referenti dei servizi territoriali ed ospedalieri; di incentivare le competenze base per la gestione domiciliare sia di bisogni più o meno complessi della persona fragile sia dello stress psico-fisico di chi si ne prende cura.

 

LAZIOcrea S.p,A., con Determinazione n. 371 del 01/04/2022, pubblica un avviso per manifestazione di interesse finalizzata all’individuazione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata, ai sensi dell’art 1 D. L. n. 76/2020, convertito in l. n. 120/2020 e dell’art. 63 D.Lgs. n. 50/2016 per l’affidamento della formazione di base destinata ai caregiver familiari in attuazione della Deliberazione n. 341/2021 della Giunta Regionale del Lazio

Le domande di partecipazione dovranno essere trasmesse esclusivamente attraverso la piattaforma di e-procurement S.TEL.LA. entro e non oltre il termine perentorio delle ore 16:00 del giorno 20 aprile 2022

 

 

 

10 milioni di euro destinati a giovani e donne per fare impresa. Si chiama “𝗜𝗺𝗽𝗿𝗲𝘀𝗮 𝗙𝗼𝗿𝗺𝗮𝘁𝗶𝘃𝗮” il bando della Regione Lazio che sostiene la creazione d’impresa con la concessione di contributi a fondo perduto a giovani under 35 e a donne (senza limiti di età, a partire dai 18 anni) che si trovino nello stato di disoccupazione e siano disposti a intraprendere un percorso di autoimprenditorialità di 24 mesi nel Lazio.

“La misura ha come obiettivo l’implementazione di azioni volte a generare un impatto positivo sull’occupazione e a sostenere processi di autoimprenditorialità giovanile e femminile. Con un capitale iniziale ed il supporto nel percorso di attivazione imprenditoriale forniti dalla Regione Lazio, l’obiettivo è quello di accompagnare nel cammino da futuri imprenditori e imprenditrici giovani e donne per renderli sempre più attori protagonisti dell’economia e dell’apparato sociale del Lazio”;
 

Programma FSE+ 2021-2027, Impresa formativa – incentivi per la creazione d’impresa a favore dei giovani e delle donne del Lazio

Obiettivo di Policy 4 “Un’Europa più sociale” (OP 4) Priorità “Giovani” e “Occupazione”

La Regione Lazio, tramite l’Assessorato Lavoro e nuovi diritti, Scuola e Formazione, Politiche per la ricostruzione, Personale Direzione Regionale Istruzione, Formazione e Lavoro ha approvato l’avviso pubblico “Impresa formativa: incentivi per la creazione d’impresa a favore dei giovani e delle donne del Lazio” che, in continuità con la sperimentazione portata avanti con la programmazione 2014-2020, mira ad attuare azioni sperimentali che determinino un impatto positivo sul mondo del lavoro e finalizzate a promuovere e sostenere processi di autoimprenditorialità con l’obiettivo di contribuire a creare nuove opportunità di occupazione, con particolare riferimento alla popolazione femminile ed in età giovanile.

L’intervento, che rientra nell’Obiettivo di Policy 4 “Un’Europa più sociale” (OP 4) Priorità “Giovani” e “Occupazione” del FSE+, si caratterizza per la concessione di un contributo a fondo perduto, finalizzato alla strutturazione di percorsi di autoimprenditorialità della durata di 24 mesi, per la costituzione e all’avviamento di attività di micro e piccole imprese femminili e giovanili, anche di tipo cooperativo e a finalità sociali, con sede e/o unità locale operativa nel territorio della Regione Lazio.

L’impresa potrà essere individuale o societaria.

In caso di impresa individuale il titolare deve essere un giovane con età tra 18 e 35 anni oppure una donna di età superiore a 18 anni.

In caso di impresa societaria, la società o l’associazione professionale dovrà essere partecipata per almeno la metà, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti appartenenti ad una delle seguenti categorie:

– giovani con età tra 18 anni e 35 anni (Priorità “Giovani”);

oppure

– donne di età superiore a 18 anni (Priorità “Occupazione”).

L’impresa da costituire deve avere meno di 10 addetti. Per le attività di consulenza o professionali è possibile accedere alle agevolazioni esclusivamente in forma di associazione o società tra professionisti.

Per persone fisiche di età non superiore a 35 anni si intendono coloro che, alla data di presentazione della domanda di contributo, non hanno compiuto il trentaseiesimo anno di età.

L’avviso è articolato in quattro fasi procedurali

  • Fase A: Percorso di accompagnamento all’accesso all’iniziativa;
  • Fase B: Accesso e selezione delle idee progettuali;
  • Fase C: Definizione del Business Plan e presentazione della domanda di contributo;
  • Fase D: Costituzione dell’impresa e acquisizione del finanziamento.

Per ciascun partecipante sarà possibile partecipare alla presentazione di una sola candidatura, sia per la costituzione di un’impresa individuale che per la costituzione di una società.

I destinatari le cui proposte progettuali avranno superato la valutazione prevista per la fase C come da relativa graduatoria provvisoria pubblicata, avranno l’obbligo per accedere ai finanziamenti di costituirsi come impresa entro 30 giorni dalla sua pubblicazione.

Trascorso il termine di 30 giorni per la costituzione in impresa, la Regione pubblicherà la graduatoria definitiva.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria l’impresa neocostituita ha l’obbligo di presentare a mezzo PEC all’indirizzo impresaformativa2022@regione.lazio.legalmail.it la seguente documentazione:

  • dichiarazione sostitutiva di certificazione iscrizione CCIAA e possesso partita IVA;
  • (eventuale) Copia dell’atto costitutivo e dello statuto della società/cooperativa;
  • “Atto unilaterale di impegno”, di cui all’allegato F.

Nel caso in cui si determinino economie dovute a rinunce da parte dei beneficiari, o comunque ad ulteriori risorse disponibili l’Amministrazione regionale può provvedere ad effettuare gli scorrimenti della graduatoria dandone comunicazione ai beneficiari del contributo, sempre previa costituzione in impresa

Soggetti richiedenti il contributo

I soggetti richiedenti il contributo sono esclusivamente i destinatari che sono stati ammessi alla Fase D: Costituzione di impresa e acquisizione del finanziamento.

Alla data di presentazione della domanda di partecipazione, i richiedenti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • giovani con età tra 18 anni e 35 anni (Priorità “Giovani”); oppure donne di età superiore a 18 anni (Priorità “Occupazione”);
  • trovarsi nello stato di disoccupazione ai sensi dell’articolo 19 d.lgs. n. 150/2015;
  • residenti e/o domiciliati nella Regione Lazio;
  • non avere a proprio carico alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l’incapacità a contrattare con la P.A;
  • non avere procedimenti in corso ai sensi dell’art. 416/bis del codice penale;
  • se cittadino non comunitario, essere in possesso del permesso di soggiorno che consente attività lavorativa;
  • non essere già beneficiario di provvedimenti di concessione a valere su altre misure a favore dell’autoimprenditorialità, anche rientranti in azioni finanziate con il PNRR, né risultare titolare di una quota di una società beneficiaria di agevolazioni pubbliche.

I requisiti, pena l’inammissibilità, dovranno essere posseduti alla data di presentazione della domanda di partecipazione. Si precisa che, nel caso di impresa in forma associata, i requisiti sopraindicati devono essere soddisfatti da tutti i componenti della costituenda impresa.

Il requisito di disoccupazione deve essere posseduto oltre che alla data di presentazione della domanda di partecipazione anche alla data di presentazione del business plan (Fase C) e alla data immediatamente precedente la costituzione dell’impresa (Fase D).

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria per realizzare le attività di cui al presente Avviso sono complessivamente pari a euro 10.000.000, così suddivise:

  • euro 5.000.000 per imprese giovanili (Priorità “Giovani”);
  • euro 5.000.000 per imprese femminili (Priorità “Occupazione”)

La Regione, in funzione della numerosità delle domande di incentivo, si riserva la facoltà di incrementare la dotazione finanziaria dell’Avviso.

Il riconoscimento del contributo a fondo perduto è articolato, per ambedue le Priorità, nel modo seguente:

  • per investimenti ricompresi tra € 30.000 ed € 50.000 l’agevolazione è pari al 100% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato;
  • per investimenti ricompresi tra € 50.000 ed € 75.000 l’agevolazione è pari al 90% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato;
  • per investimenti ricompresi tra € 75.000 ed € 100.000 l’agevolazione è pari all’80% dell’importo totale richiesto come da Piano Finanziario presentato.
Scadenze

Si inviata a prendere visione delle modalità e termini di presentazione della documentazione prevista dall’Avviso per ogni Fase precedentemente indicata.

La domanda di partecipazione all’Iniziativa, compilata secondo il modello di cui all’Allegato A, unitamente alla domanda di presentazione dell’idea progettuale (Allegati B.1 o B.2) e alla “Dichiarazione di promozione dell’idea progettuale” (Allegato C) deve essere presentata a mezzo PEC all’indirizzo impresaformativa2022@regione.lazio.legalmail.it

Le domande di erogazione del contributo dovranno comunque essere trasmesse dalle ore 09.00 del 29 marzo 2022 fino alle ore 12.00 del 27 giugno 2022.

Contatti

Il responsabile unico del procedimento è il dott. Paolo Giuntarelli della Direzione Regionale Istruzione, Formazione e Lavoro.

Per assistenza e supporto, anche in fase di presentazione delle proposte, è possibile scrivere a impresaformativa2022@regione.lazio.it a partire dal giorno di pubblicazione del presente avviso pubblico.

Documentazione di riferimento