18esima tappa del Torch Run di Special Olympics Italia – Torino 2022

da
52 52 people viewed this event.

Ringrazio gli organizzatori per l’invito a questo evento, gli atleti della ASD Sorrisi che Nuotano Eta
Beta ODV e della ViviCivita di Civita Castellana, gli sportivi della ASD Viterbo Runners, gli Allievi
della Scuola Marescialli A.M., che hanno scortato la fiaccola fino al campo sportivo, permettendo il
suo passaggio anche nella Tuscia, prima di passare per Roma e poi accendere il Fuoco Olimpico il 5
giugno a Torino (la fiaccola viene da Rieti).
Una manifestazione quella di Torino di fondamentale importanza per l’Italia dal momento che gli
Special Olympics coinvolgono oltre 3000 atleti diversamente abili, impegnati in 19 discipline
sportive; evento che, tra l’altro, quest’anno assume un significato particolare, essendo la prima
manifestazione sportivo nazionale che coinvolge atleti con disabilità dopo l’emergenza sanitaria
che ci ha interessato negli ultimi due anni.
Appuntamenti come gli Special Olympics sono molto importanti per la comunità dal momento che
lo sport, se valorizzato e promosso a 360 gradi, può andare oltre il concetto di attività motoria e
può essere inteso come strumento di inclusione sociale e relazione.
Lo sport, infatti, può essere veicolo di inclusione, riscatto sociale, strumento di lotta alle
discriminazioni, coinvolgendo tutti, senza distinzione di età, sesso, cultura.
Può aiutare a confrontarsi, può accompagnare, soprattutto i giovani, nella costruzione di
un’identità e di un ruolo consapevole all’interno della comunità. È un volano nel realizzare processi
di responsabilizzazione tramite percorsi di partecipazione; stimola alle relazioni interpersonali e
quindi incentiva le attitudini al confronto e il lavoro di squadra.

Possiamo quindi dire che lo sport abbina l’;attività fisica con quella ricreativa, favorisce la salute, la
longevità, il benessere fisico e psicologico. È uno strumento di prevenzione di disagio sociale e
psicofisico e di formazione della persona. Una pratica in cui le naturali differenze di origine, di
colore, di lingua e di cultura sono fondamentali per accrescere ed arricchire il singolo individuo.
Il linguaggio sportivo è infatti universale; supera confini, lingue, religioni ed ideologie e possiede la
capacità di unire le persone, creando ponti e favorendo il dialogo e l’accoglienza. Bisogna quindi
incoraggiare, promuovere, e diffondere la cultura sportiva. In ogni disciplina e ad ogni livello. E
bisogna pertanto ribadire che lo sport deve essere considerato un diritto di tutti.
Ed ecco quindi che colgo l’occasione per ringraziare tutti gli organizzatori perché eventi come
questo sono fondamentali per aggregare la comunità attorno a dei sani valori.
Nessuno si deve sentire escluso. E noi oggi siamo qui per ribadirlo con forza.
Dobbiamo continuare a creare occasioni in cui vengono valorizzate le singole capacità, le
differenze. L’unicità del singolo è infatti un valore importante da preservare e il compito di noi
amministratori è proprio quello di creare opportunità per scoprire attitudini e talenti, e aiutare
ogni cittadino, in particolare i più fragili, a maturare la fiducia in se stessi e la piena soddisfazione
sia sul campo da gioco sia nella vita.

Da parte mia, posso dire che il mio impegno accanto ai cittadini e al mondo dell’associazionismo
non verrà meno. Alla Regione abbiamo portato avanti in questi anni una concertazione con tanti
stakeholder del territorio e insieme abbiamo realizzate buone prassi in grado di supportare i
cittadini con progetti e proposte concrete.
Ci siamo impegnati costantemente per il benessere dei più vulnerabili, con l’obiettivo di
accompagnarli verso una maggiore autonomia, inclusione sociale e integrazione.
Insieme possiamo favorire la sana crescita e lo sviluppo di tutte le persone, in particolare di quelle
più fragili, accompagnandoli con percorsi volti a stimolare, quanto più possibile, la loro
indipendenza, coinvolgendoli in maniera diretta per una partecipazione attiva nella vita di
comunità, che possa promuovere un supporto che vada al di là del mero assistenzialismo; il tutto
tenendo sempre a mente l’importanza di coinvolgere anche i famigliari e chi si prende cura dei più
fragili.

Per iscriverti all'evento visita il seguente URL:

 

Data e ora

08-05-2022
 

Location

 

Tipologie di evento

Condividi ora